eventi

Onav - Friuli Venezia Giulia - Delegazione di Gorizia
Incontri con il vignaiolo
di Claudio Fabbro

Puntualmente come ogni ultimo giovedì del mese da anni a questa parte la delegazione isontina dell'ONAV
(Organizzazione Italiana Assaggiatori Vino) organizza una visita tecnica per nuovi e collaudati associati presso aziende particolarmente importanti.
Così è stato anche il 29 giugno scorso quando vincendo le riserve causate dall' eccezionale calura estiva la delegazione guidata dal dr. Bruno Fortunato e dalla vulcanica dott.ssa Daniela Markovic si è dedicata una mezza giornata insieme al viticoltore Franco Toros nome fra i più qualificati del Collio cormonese.
Se la temperature in vigna superiore ai 35 gradi ha suggerito un'esperienza esterna accelerata ben più lunga ed interessante è stata la visita alle cantine sotterranee che Toros ha sapientemente ristrutturato in un decennio di paziente lavoro di cui ora raccoglie frutti meritati.
Ma vediamo di conoscere più da vicino questo giovane ma già affermatissimo personaggio e la sua famiglia.

Franco Toròs- Viticoltore in Novali
Fu agli inizi del secolo che i Toros dopo varie migrazioni misero radici in Novali di Cormòns (GO) un'area dove la vite e la terra andavano storicamente di perfetto accordo. Allora come ora. L'Azienda Toros si impose decisamente ma la vera specializzazione fu opera di Mario padre e maestro dell'attuale titolare Franco. Il resto è storia dei nostri tempi che nella numerosa famiglia ha saputo gestire con serenità anche nel ";dopo Mario"(1987) vivendo ed operando nel suo ricordo in armonia assoluta in un crù dove la vigna su terreni in dolce acclività fa cornice all'azienda. Franco ha riconvertito recentemente le vigne ed ha saputo realizzare un ammodernamento deciso ed intelligente della cantina con dotazione d'attrezzatura funzionale ed attuale fra cui in particolare un impianto di pigiatura e termocondizionamento. Sta anche provando con entusiasmo l'esperienza del rovere per qualche tipologia particolarmente strutturata sia bianca che rossa. Per collocare le botticelle egli ha voluto creare un angolo diverso scavato nel profondo delle colline di Novali dove gli sbalzi di temperatura sono inesistenti. è in questo contesto "artigianale" che nasce il Collio Doc " pluridecorato" Pinot grigio di Franco Toros: ha colore paglierino intenso con leggera tonalità che richiama la trasparenza della buccia di cipolla. è di profumo forte ampio e fruttato con ottima persistenza ben strutturato. Il sapore è asciutto morbido particolarmente armonico per il corpo pieno. Si abbina con zuppe di pesce grigliate di mare e varie preparazioni a base di funghi.
Che dire poi del Merlot e del Pinot bianco? Ne ha parlato -a suon di "Tre bicchieri-" la prestigiosa "Guida slow food -gambero rosso" che dalla vendemmia 1997 in poi giustamente è di casa da Franco Toros riconoscendogli una marcia in più ed un successo che la modestia del personaggio di cui parliamo intelligente e sornione al contempo tende a smitizzare.
Non a caso il Pinot bianco 2002 è stato riconosciuto da Slow food il più grande vino bianco d'Italia !!!!
Autodidatta e creativo (la nuova cantina sotterranea in un percorso suggestivo ed infinito con nicchie in cui anche il prodotto d'autoctona norcineria - scuola Renato Toros suo inseparabile fratello ed allievo del mitico Gastone Godeas di Medea amico grandissimo d'Ugo Tognazzi- trova conforto... ne è la prova) il vignaiolo di cui parliamo ha numeri quanto basta per uscire dal coro e restarci a lungo.

Azienda: Agricola: Franco Toros
34071 Cormòns (GO) ­ loc. Novali 12
Tel. e fax : 0481-61327
Anno di fondazione: 1906
Superficie a vigneto: 10 Ha (Doc Collio)
Degustazione su appuntamento
Vini consigliat - Collio Doc: Tocai Friulano Chardonnay Pinots Sauvignon Merlot Cabernet Franc.

Gorizia 5 luglio 2006
claudiofabbro@tin.it