eventi

 Una "cabina di regia" per la promozione del vino regionale

Gli assessori Bertossi e Marsilio
hanno incontrato FederDoc FVG

Gigante: "rivalutare il ruolo dei Consorzi"

 La giunta Illy (Marsilio 2 e Bertossi 3 da destra)

Due assessori regionali (quello alle attività produttive Enrico Bertossi e quello all'agricoltura Enzo Marsilio) accompagnati dal commissario dell'ERSA Giuliana Spogliarich: indubbiamente una delegazione ai massimi livelli quella che ha incontrato ieri a Udine lo stato maggiore della Federdoc FVG l'organismo costituito alla fine dello scorso anno dai Consorzi di tutela vini DOC del Friuli Venezia Giulia con lo scopo di dare una voce il più possibile unitaria al mondo del vino del Friuli Venezia Giulia. Con il presidente di Federdoc FVG Adriano Gigante (che è anche presidente del Consorzio Colli Orientali del Friuli) erano presenti i due vice-presidenti: Massimo Bassani (Friuli Latisana) e Marco Felluga (Collio) ed il segretario della Federazione Marco Malison.


Marsilio

Si è trattato di un primo contatto svoltosi in un clima di serena cordialità nel corso del quale Federdoc ha illustrato i suoi programmi per il futuro (peraltro già portati a conoscenza dei neo-assessori con l'invio di un documento all'indomani della nomina) mentre i due assessori hanno tratteggiato le linee guida alle quali si ispirerà la giunta Illy in materia di promozione (ma si è parlato anche della gestione del catasto vigneti e di altri aspetti più strettamente tecnici della produzione vitivinicola). Il tutto in un contesto di "emergenza" visto il momento di calma che sta vivendo il mercato e vista anche la situazione che negli ultimi anni ha visto poca o nulla comunicazione tra le istituzioni e il mondo della produzione.

Per quanto concerne la promozione una promozione integrata del comparto agroalimentare e di quello turistico Bertossi ha confermato l'intenzione di costituire una cabina di regia della quale Federdoc sarà parte importante. Ha confermato l'impegno della Regione a bandire una gara salvo imprevisti dovrebbe essere approvata nella prossima riunione di Giunta per un progetto di "comunicazione integrata" progetto al quale potrebbero essere destinati in quattro anni ben 24 milioni di euro. A fianco e congruente con il progetto di comunicazione un piano di iniziative promozionali concordate in "cabina di regia" e finanziate con fondi regionali (ma non solo) ma la cui realizzazione verrà affidata a soggetti presenti sul territorio come le Camere di Commercio la Federdoc il Movimento Turismo del Vino.


La sede del COF

"Siamo tutti d'accordo per un coordinamento stretto in materia di promozione" ha confermato Marsilio; abbiamo convenuto che nell'ambito del riordino della struttura regionale tutte le iniziative trovino un punto di riferimento unico".

Gigante ha chiesto una rivalutazione del ruolo dei Consorzi sottolineando come attualmente nella nostra regione questi rappresentino oltre il 70 per cento della produzione a doc. Ha pure ricordato come stiano per partire sia pure in fase sperimentale i controlli di filiera affidati ai Consorzi Doc (Collio Friuli Isonzo e Friuli Grave in regione 22 consorzi in tutta Italia). Una sperimentazione alla quale il mondo del vino e quello delle istituzioni guarda con interesse. Il passaggio dalla fase sperimentale a quella di entrata a regime (e la trasformazione dei Consorzi da volontari quali sono oggi a obbligatori) potrebbe essere un momento di svolta per tutta la viticoltura italiana di qualità.

Marco Felluga ha ricordato agli esponenti della giunta regionale l'imminente "discesa in campo" con il marchio BRDA del Collio sloveno. I rapporti di buon vicinato dei viticoltori goriziani con quelli d'oltre confine non devono far passare in secondo piano la necessità di sostenere il prodotto vino che nell'economia isontina ha un ruolo di primissimo piano.

La riunione si è conclusa con un "arrivederci" alla prima riunione della "cabina di regia" e con un accenno preoccupato al problema della siccità che potrebbe far diventare di urgente attualità il tema di interventi per opere di irrigazione anche nei territori di collina.

____________________________

Cividale del Friuli 6 agosto 2003
Ringraziando per informazioni:
Bepi Pucciarelli - 335/6987484
Marco Malison - 335/1000711