eventi

Guida Vini d'Italia 2002 di Slow Food e Gambero Rosso.  
 I risultati dei vini friulani
.

Grande soddisfazione viene espressa da parte di Slow Food Friuli per i risultati della lunga e complessa selezione che ha visto premiato il lavoro dei vignaioli friulani e riconosciuta la serietà delle degustazioni preliminari effettuate dalle commissioni regionali di assaggio.
Da giugno ad agosto 2001 sono stati verificati ben 2009 vini presentati da 229 aziende di tutte le zone a denominazione di origine controllata della regione. Le quattro commissioni di assaggio hanno lavorato soprattutto tra fine luglio e fine agosto ed hanno affidato alla commissione nazionale formata cioè da espertissimi assaggiatori provenienti da tutta Italia l'esame di 116 finalisti.


 Giulio Colomba Adriano Degano e Claudio Fabbro 

Quest'anno i criteri di selezione sono stati più severi del solito in quanto oltre agli ormai classici 3 Bicchieri sono stati assegnati anche i cosiddetti 2 bicchieri e mezzo. Si è inteso in questo modo segnalare ai consumatori non solamente i vini in assoluto migliori (da 90 centesimi in su) ma anche quelli che nella degustazione finale si sono attestati sopra gli 85 centesimi. Ebbene sottolinea Giulio Colomba responsabile per la guida Vini d'Italia di Slow Food e Gambero Rosso per il Friuli-Venezia Giulia a fronte di un calo complessivo dei vini da 3 Bicchieri nelle più importanti aree enologiche la nostra regione è passata da 24 a 27 top wines dei quali 5 rossi (più uno rispetto allo scorso anno) e 22 bianchi (più due). E' il segno che nonostante si abbia una qualità soprattutto fra i vini bianchi che non viene insidiata da altre regioni i nostri vignaioli continuano a crescere sostenuti dalla volontà di riaffermare il loro primato. E dispiace che diverse cantine pur in presenza di vini di pregio non possano trovare nella nostra guida uno spazio adeguato a causa del numero di pagine disponibili.
Le aziende segnalate con ampia descrizione sono passate da 120 a 134 mentre altre 22 hanno goduto di uno spazio contenuto ma sufficiente a metterle in risalto. Il fatto per noi più importante rileva Colomba che con Slow Food Friuli sta propugnando nel mondo l'iniziativa Superwhites è la riconquista del titolo del Vino Bianco dell'Anno che si è risolta in una disfida tutta interna ai vini della nostra regione con la vittoria del Tocai Vigne Cinquant'Anni 2000 di Le Vigne di Zamò.


 L'azienda LE VIGNE DI ZAMO' vista dall'Abbazia di Rosazzo 

Ed ecco l'elenco dei vini che secondo la guida più venduta in Italia e all'estero (ne viene stampata un'edizione in lingua tedesca ed una in inglese) si collocano al vertice dell'enologia nazionale:

BASTIANICH

Bianco Vespa '99

BORGO DEL TIGLIO

Collio Chardonnay Selezione '99

DRIUS

Friuli Isonzo Pinot Bianco '00

FELLUGA LIVIO

COF Rosazzo Bianco Terre Alte '99

GIGANTE

COF Tocai Friulano Storico'00

IL CARPINO

Rubrum '99

LA CASTELLADA

Collio Bianco della Castellada '99

LE VIGNE DI ZAMO'

COF Malvasia '00 COF Tocai Friulano
Vigne Cinquantanni '00

LIS NERIS

Lis '99 Tal Luc '99

MIANI

COF Tocai Friulano '00 COF Merlot '98

POLENCIC ALDO

Collio Tocai Friulano '00

RACCARO

Collio Tocai Friulano '00

ROCCA BERNARDA

COF Merlot Centis '99

RONCHI DI MANZANO

COF Merlot Ronc di Subule '99

RONCO DEL GELSO

Friuli Isonzo Sauvignon '00

SCHIOPETTO

Collio Tocai Friulano '00
Collio Pinot Bianco '00

SCUBLA

COF Bianco Pomèdes '99

TOROS

Collio Pinot Bianco '00

VENICA&VENICA

Collio Tocai Friulano Ronco delle Cime '00

VIE DI ROMANS

Friuli Isonzo Pinot Grigio Dessimis '99

VILLA RUSSIZ

Collio Chardonnay Graefin de La Tour '99

VOLPE PASINI

COF Merlot Zuc di Volpe Focus '99

VINNAIOLI JERMANN

Vintage Tunina '00

COF = DOC Colli Orientali del Friuli
Collio = DOC Collio
Isonzo = DOC Friuli Isonzo  

 Mario Schiopetto i figli l'azienda 

La parte del leone è toccata quest'anno al Tocai Friulano con ben sette premiati mentre tre riconoscimenti sono andati al Pinot Bianco. Per quanto riguarda le differenti zone a denominazione di origine controllata i Colli Orientali del Friuli hanno conseguito la bellezza di dieci 3 Bicchieri nove il Collio tre l'Isonzo ed il resto vini a indicazione geografica tipica. Rispetto ai rossi ben quattro su cinque provengono dai Colli Orientali del Friuli. Altro dato statistico interessante è che 44 cantine con 57 vini conseguono i due bicchieri e mezzo a conferma della vastità di aziende di eccellenza che operano nella nostra realtà regionale.
Si apre adesso la caccia alle bottiglie di maggior prestigio con confronti e discussioni che animeranno cantine enoteche e case private per i prossimi mesi.