le aziende 

LE DONNE DEL VINO DI CASA TOROS

 ALLE RADICI DEL PIÙ GRANDE VINO BIANCO ITALIANO

FAMIGLIA & PROFESSIONALITÀ: LA RICETTA DI FRANCO TOROS

Non si è spenta la grande emozione e soddisfazione- nel COLLIO e più in particolare nel Cormonese e fra i soci dell'Enoteca di piazza XXIV Maggio per la  conferma   che al COLLIO TOCAI FRIULANO 2002  TOROS  la famosa  GUIDA GAMBERO ROSSO 2004 ha  non solo assegnato prestigiosi TRE BICCHIERI ma addirittura lo ha riconosciuto il miglior vino bianco d'Italia!

Il primo a congratularsi con Franco TOROS è stato il presidente dell'Enoteca DARIO RACCARO  particolarmente felice di tale eccezionale risultato che porta lustro all'intero territorio e se vogliamo anche al vitigno autoctono più amato dai friulani.

Eppure Franco TOROS in attesa della ormai prossima manifestazione ufficiale a Roma in cui la stampa mondiale ed i buyers di settore vorranno conoscerlo più da vicino ha ripreso il suo lavoro fra le colline dei NOVALI di Cormòns con la modestia e l'umiltà di tutti i giorni.

A chi gli chiede la ricetta di tale  successo egli risponde con semplicità disarmante che alla base ci vuole una famiglia fortemente unita ed un lavoro serio.

E dopo la scomparsa di papà Mario quando Franco era ancora un ragazzo toccò proprio a lui rimboccarsi le maniche divenendo anzitempo un capofamiglia amato e rispettato.

Una famiglia in cui accanto a Franco  ci sono due  fratelli Renato ed Adriano mamma ZORA la moglie ROSANNA (con le tre figlie EVA CRISTINA ed ERIKA) e la cognata FULVIA (con le due figlie ANNALISA e MARTINA) .

Se mamma ZORA è la regina dei fornelli tutte le DONNE DEL VINO di CASA TOROS hanno compiti e ruoli complementari ed importanti comprese le ragazze più grandicelle già avviate nell'amministrazione pubbliche relazioni e gestione dell'ufficio aziendale ricco di dotazione informatica.

Un meccanismo dunque perfetto ed armonico che da al protagonista delle attuali fortune eroiche quella serenità che gli è indispensabile per affrontare orizzonti nuovi e mercati fino a pochi giorni fa davvero impensabili.

CF/GO/20.10.03

Nelle foto (archivio Claudio Fabbro):
la famiglia TOROS al completo e
Franco TOROS con le figlie EVA CRISTINA ed ERIKA

 

Ma vediamo di conoscere più da vicino la FAMIGLIA TOROS 

  Fu agli inizi del secolo che i Toros dopo varie migrazioni misero radici in Novali un'area dove la vite e la terra andavano storicamente di perfetto accordo. Allora come ora. L'Azienda Toros si impose decisamente ma la vera specializzazione fu opera di Mario padre e maestro dell'attuale titolare Franco. Il resto è storia dei nostri tempi ; Franco in particolare   che ha sempre nel fratello Renato ( "pompiere" di professione e norcino per passione...) una spalla generosa e capace e nel "clan" ( mamma zia moglie cognata tre figlie simpatiche e già pronte a dare una mano...) nella numerosa famiglia ha saputo gestire con serenità anche nel "dopo Mario"(1987) vivendo ed operando nel suo ricordo in armonia assoluta in un crù dove la vigna su terreni in dolce acclività fa cornice all'azienda. Franco ha riconvertito recentemente le vigne ed ha saputo realizzare un ammodernamento deciso ed intelligente della cantina con dotazione d'attrezzatura funzionale ed attuale fra cui in particolare un impianto di pigiatura e termocondizionamento. Sta anche provando con entusiasmo l'esperienza del rovere per qualche tipologia particolarmente strutturata sia bianca che rossa. Per collocare le botticelle egli ha voluto creare un angolo diverso scavato nel profondo delle colline di Novali dove gli sbalzi di temperatura sono inesistenti. È in questo contesto "artigianale" che-sulla scia di analoghi riconoscimenti ottenuti negli anni passati da MERLOT e PINOT BIANCO  nasce il Collio Doc TOCAI FRIULANO 2002 "tre bicchieri" (..e primo bianco italiano..!!) di Franco Toros: ha colore giallo  paglierino con leggera tonalità verdognola che testimonia pregevoli note di freschezza. È di profumo intenso  che ricorda da vicino la mandorla con tenace  persistenza dovuta a sentori complessi molto ben  strutturato anche perchè ottenuto da impianti alquanto fitti da uve selezionate e rese bassissime. Il sapore è asciutto morbido particolarmente armonico d'elevata alcolicità naturale che armonizza le varie componenti. È decisamente un vino importante che ben si abbina con il prosciutto di Cormòns-in primis- ed a quello di S.Daniele nonchè ad una bella serie di insaccati e salumi che la Famiglia TOROS produce in proprio per se e per gli Amici.
Va servito intorno ai 10-12 gradi.

FRANCO TOROS
Viticoltore in
 CORMONS (GO) loc. Novali 12
Tel. e  fax :  0481-61327
 E-MAIL : retoros@libero.it
 CF/GO/ 05.10.03